Vieni a scoprire questa potente e incredibile Meditazione Dinamica

i benefici già dopo una settimana
dal 25 Novembre al 1 Dicembre 2019 tutti i giorni dalle ore 7.00 alle 8.00












Osho, un mistico della nostra epoca, osservò già nei primi anni '70 che gli occidentali avevano troppa difficoltà e stress interiore per beneficiare delle meditazioni silenziose.
Ha quindi sviluppato le meditazioni "attive", una combinazione di fasi fisicamente attive che aiutano a scaricare lo stress fisico, psicologico ed emotivo soppresso - con parti silenziose e inattive che conducono alla meditazione.

La meditazione dinamica è considerata una delle meditazioni attive più impegnative ma anche più liberatorie di Osho. Consiste in cinque fasi, con le prime tre che agiscono fisicamente attraverso il respiro caotico, la disprsione di blocchi emotivi e la circolazione libera dell'energia vitale.

Le ultime due sono l'osservazione silenziosa - propria della meditazione e la danza celebrativa.

L'intera meditazione dura un'ora e viene eseguita ad occhi chiusi, quindi ecco la tua occasione per liberarti dai vecchi condizionamenti senza dover prestare attenzione a ciò che gli altri pensano
di te.


- Perché Osho ha creato le meditazioni attive?

- "L'uomo moderno è un fenomeno nuovissimo. Nessun metodo tradizionale può essere usato esattamente come nel passato perché l'uomo moderno non è mai esistito prima. Quindi, in un certo senso, tutti i metodi tradizionali sono diventati irrilevanti.

Ad esempio, il corpo è cambiato molto. È così drogato che nessun metodo tradizionale può essere utile. L'intera atmosfera è artificiale adesso: l'aria, l'acqua, la società, le condizioni di vita. Niente è naturale. Sei nato nell'artificialità; ci cresci. Quindi oggi i metodi tradizionali si dimostreranno dannosi. Dovranno essere cambiati in base alla situazione moderna.

I metodi tradizionali hanno un fascino perché sono così antichi e così tante persone hanno raggiunto attraverso di loro l'illuminazione. Potrebbero essere diventati irrilevanti per noi, ma non erano inutili per il Buddha, Mahavira, Patanjali o Krishna. Erano significativi, utili. I vecchi metodi possono essere privi di significato ora, ma poiché Buddha si è realizzato attraverso di loro hanno un fascino. Il tradizionalista ritiene: "Se il Buddha ha trovato se stesso con questi metodi, perché non posso io?"

Ma ora siamo in una situazione completamente diversa. L'intera atmosfera, l'intera sfera del pensiero, è cambiata. Ogni metodo è organico per una situazione particolare, per una mente particolare, per un uomo particolare. Il fatto che i vecchi metodi non funzionino non significa che nessun metodo sia utile. Significa solo che i metodi stessi devono cambiare. Per come vedo la situazione, l'uomo moderno è cambiato così tanto che ha bisogno di nuovi metodi, nuove tecniche.
La meditazione è la nostra natura essenziale. Se vogliamo conoscere noi stessi profondamente e vivere consapevolmente, dobbiamo essere radicati in questo spazio di pura consapevolezza. La meditazione è un'esperienza, non una tecnica, ma le tecniche possono aiutarci a sperimentare la meditazione."
OSHO

Istruzioni per la meditazione dinamica